Detrazione canone di affitto

 Per  gli inquilini, la cui abitazione è destinata ad abitazione principale, sarà possibile portare in detrazione le spese di affitto, per una somma pari a 300 euro per i redditi imponibili al di sotto dei 15.493,  e per  una somma pari a 150 euro per redditi imponibili compresi tra 15.493,71 e 30.987,41. Non sono previste detrazioni per redditi imponibili superiori. 

 

Per i contribuenti con età compresa tra 20 e 30 anni con reddito imponibile inferiore ai 15.4093,71 euro, se l’appartamento è destinato ad abitazione principale,  sarà possibile detrarre 991,60 euro per i primi 3 anni di locazione.

 

Per i contratti di affitto a studenti è possibile una detrazione del 19% sul canone d'affitto versato da studenti fuori sede iscritti a università distanti almeno 100 km da casa e fuori provincia. 

La detrazione massima consentita è di 2633 euro anche nell’ipotesi in cui il genitore sostenga le spese per più contratti con riferimento a più figli fiscalmente a carico.